Bulimia e ansia

 Motivi della consultazione

Bulimia  da un mese: ha preso 8 chili.
Non riesce a controllare la voglia di mangiare.

Storia

La paziente , 50 anni, da alcuni anni e ha subito molti traumi affettivi tra cui la morte del marito 5 anni fa.
Da sempre ansiosa in terapia con anti depressivi e ansiolitici.
Insonnia grave nel senso che per dormire prende ipnotici  a dosaggio triplo del normale.
In particolare, però, non è successo niente prima  di un mese fa  che abbia  potuto scatenare la malattia.
Bisogna precisare che  di episodi di bulimia ne ha sofferto anche altre volte nel passato sempre  in periodi caratterizzati da riacutizzazione della sintomatologia ansiosa.

Terapia

·         CV15, Jiu Wei

·         ST40, Feng Long

·         SI18, Quan Liao (dalla seconda seduta)

Andamento clinico

Come sa chi la letto la  dispensa SIdA su “Agopuntura ed eccesso alimentare” , CV15 + ST40, sono i punti consigliati nella terapia per una fame ansiosa.  Dopo la prima seduta racconta che va poco meglio (forse per farmi contento) perché di fatto ha preso un altro chilo di peso.
Alla seconda seduta aggiungo SI18.
Il risultato è spettacolare.  Scomparsa della voglia irrefrenabile di mangiare a cominciare dalla sera stessa. La paziente si è sottoposta solo tre sedute di agopuntura.
Oggi a distanza di 3 mesi : miglioramento dell’insonnia di cui soffre da anni, ma la bulimia è scomparsa e  la paziente ha perso 6 chili.

Discussione

E’ chiaro che il punto SI18 è stato determinante per la risoluzione del caso. Ma perché?
La risposta è venuta fuori nell’ultima riunione di studio della SIdA (due giorni fa)  sui punti del meridiano principale del Piccolo Intestino.
Sembra che SI18 abbia la funzione di “regolare”, “bilanciare”  tutti gli orifizi della testa nel senso di equilibrare gli eccessi e i difetti. Ma soprattutto che agisce sui problemi degli orifizi quando la causa è
il Fuoco  vuoto cioè Fuoco  che viene da un vuoto di Yin. Se ricordiamo bene, infatti, uno dei sintomi caratteristici del vuoto di Yin è il rossore ai pomelli che è la zona dove si trova il punto SI18.
Forse anche questo sintomo è simbolico perché dei tanti vuoti di Yin  che ho trattato non ho visto mai i famosi pomelli rossi!
Il vuoto di Yin, oltre che dai famosi eccessi sessuali (che io penso sia lo stress), le gravidanze ravvicinate, le malattie croniche,  può essere  causato da eccesso cronico di desideri o di emozioni.
Ciò che suggestivamente è venuto fuori dalla riunione è che il punto ST40 era consigliato per la terapia da ansia cronica nella scuola della terra di Li Dong Yuan nel trattamento proprio del vuoto di Yin causato dai “5 ladri” cioè l’eccesso di desideri.

Li Dong Yuan consigliava di trattare il Fuoco vuoto con:

·         Il secondo triangolo  PC6, CV13, per aprire il Cuore

·         BL3, BL4,  per il fuoco che brucia la testa

·         BL39, punto He speciale  del San Jiao.

Lo stesso autore consigliava punti particolari per trattare il pensiero ossessivo:

·         KI9,                        rabbia

·         ST40,                     ansia

·         LU3, KI6,             tristezza

·         LR1,                       preoccupazione

·         KI4,                        paura

Quindi casualmente avrei trattato ST40 per l’ansia (secondo Li Dong Yuan) e SI18 come punto che comanda il Fuoco vuoto che “brucia” gli orifizi.

Jeffrey Yuen recita (non a caso è un monaco):

“SI18 , Quan Liao, si trova al centro degli organi di senso della testa. E’ il punto di riunione dei MTM Yang delle gambe, questi sono i meridiani che ci attivano , ci fanno muovere verso quello che vediamo, odoriamo, sentiamo e che potremmo voler mangiare , e SI 18 è nella guancia , al suo centro. Quando vi è  yin deficiente, possiamo avere  acufeni , visione offuscata , vampate , debolezza degli orifizi. SI18 è il maggior punto di sollievo per gli organi sensori, per stanchezza eccessiva degli occhi da studi , per eccessivo bisogno di ascoltare. Ha molto a che vedere con la cognizione. E’ controindicato l’uso su SI18 della moxa perché asciugherebbe i fluidi indirizzati verso gli orifizi…..….Eccesso di desideri…”

 Conclusione

Se è vero quanto abbiamo detto per questo caso clinico si  potrebbe dedurre  che anche altre pulsioni fuori controllo degli organi si senso, non ultimo il fumo, si potrebbero trattare con il punto SI18 associato ai punti citati in base alle emozioni croniche che ci riferisce il paziente.

Esempio

·         Bulimia (bocca) + Irritabilità e collera cronica: SI18, LR9

·         Dipendenza da videogiochi (occhi) + Tristezza cronica: SI18 , LU3

·         Etc.

Io farò altre sperimentazioni ma aspetto vostre conferme o smentite. Grazie.

 

 

 

 

Completare una scelta

Amenorrea

Una ragazza di 25 anni chiede di essere trattata con agopuntura per amenorrea da un anno e mezzo.

Non vuole assumere una terapia ormonale consigliata da un ginecologo.

Racconta spontaneamente che nellla sua vita aveva iniziato mille cose senza averle portato a termine: corso di pianoforte, aveva cominciato a frequentare una scuola poi aveva cambiato e adesso non riesce a finire l’università.

Altri sintomi

Dolore lombo-sacrale

Dermatite atopica

Bulimia da un anno iniziata dopo due anni di  anorressia mentale. Comunque i disturbi alimetari sono iniziati in maniera subdola all’età di 15 anni.

Non ricorda traumi e comunque nessun problema psichico che abbia scatenato la sintomatologia.

Alvo stitico con feci dure e piccole.

 

Diagnosi

Alterazione della funzione ministeriale del piccolo intestino.

Terapia

·         St 24

Andamento clinico

Flusso mestruale normale dopo tre giorni dalla prima seduta

Gli altri sintomi sono rimasti invariati

 

Discussione

Una diagnosi generale ed unica come dovrebbe fare un buon agopuntore non è facile.

 Come conciliare, infatti, la bulimia-anorressia con la dermatite atopica, con l’amenorrea?

Quale modello scegliere(meridiani?, Zang-fu?

Quando vi sono dei sintomi così profondi come il sangue (amenorrea, dermatite) ma  il paziente non riesce a trovare nella memoria un evento traumatizzante addirittura dice di non aver mai avuto problemi e che nella sua vita tutto è andato per il meglio, probabilmente ci troviamo di fronte ad un paziente che ha messo in latenza nella Yuan Qi  ciò che gli è successo, lontano dalla coscienza.

Vi sono due meccanismi[1] che sono in relazione con la Yuan Qi:

·         I meridiani Distinti (Jing Bie)

·         I meridiani curiosi (Qi Jing Ba Mai)

I sintomi descritti non fanno intravvedere un meccanismo autoimmune per cui escludiamo i meridiani distinti  mentre la comparsa dei sintomi alla pubertà ci indirizzano verso la scelta di un curiosio ed in particolare del Chong Mai.

La scelta di trattare il Chong Mai solo con il punto St 24 è stata dettata  dal sintomo specifico di “iniziare mille cose e di non portarle a termine” infatti il compito del piccolo intestino come descritto nel cap. 8 del So Wen e di “far frutttificare”, di portare a termine la digestione. Le feci caprine, piccole e secche sono un altro segno di non potae a termine nela maniera fisiologica.  Il piccolo intestino fa la seconda scelta degli alimenti e poi la deve completare, portare a termine sia a livello di alimenti che di scelte di carattere psichico.

Per ora (alla seconda seduta) gli altri sintomi sono rimasti invariati. Aspetterò due sedute ancora e, se la situazione non cambia,  poi sarò costretto ad aggiungere gli altri punti del Chong Mai: Sp 4, St 30, PC 6.

 

Dante De Berardinis

 

 

 




[1] Un terzo meccanismo possibile è che il problema sia stato ereditato dai genitori da un conflitto non risolto e da questi sia passato alla Yuan Qi della figlia. In questi casi la manifestazione della sintomatologia sarebbe stata più precoce e non a 15 anni ,alla pubertà, quando entrano in comunicazione il Ren mai ed il Chong Mai con il Bao Mai. Nel caso di un meccanismo  ereditario potrebbe essere utile il punto TH 7, Hui Zong: punto del San Jiao legato alla Yuan Qi e alla linea familiare.