Tendinopatia Dupuytren, dito a scatto

Paziente curato dal Dr. M. Navarra con il punto Lu 4 per dito a scatto e tendinopatia Dupuytren.

Paziente già curato con successo in passato per asma bronchiale con il punto Sp 19. Il punto Sp 19 fu scelto perché il paziente faceva parte di un coro e aveva una spiccata passione per il canto1.
Detto paziente si presenta a visita per un problema di “ dito a scatto” e tendinite da Dupuytren della mano dx
Riferisce anche S. del tunnel carpale bilaterale e rinite allergica.
Il Dr. Navarra tratta la patologia con Ki 21 (riferiva infatti anche episodi di sogni premonitori).
Scompare la rinite allergica e la S. del tunnel carpale dopo appena tre sedute ma rimane invariato il dito a scatto. Dopo aver tentato gli altri trattamenti suggeriti dalla S.I.d.A. per i problemi dei tendini (vuoto di Jing di fegato: Distinto del fegato e vescica biliare con i punti CV2, GB1, Lr1 e GB 44 all’opposto, CV 10, BL 47 in sedute sepaate) decide di interrompere , disperato , il trattamento .
Poi riflette…
Per un attimo gli torna alla mente che in passato aveva curato il paziente per asma bronchiale e pensa alla possibilità che in qualche modo sia implicato il polmone . Ma come?
I tendini , Jin, sono legati al Jing di fegato ma anche al sangue ed è possibile che un vuoto di sangue in periferia si possa manifestare con problemi ai tendini.
Pensa allora al punto Lu 4 che attiva il Qi di polmone ad aiutare il Qi di cuore a spingere il sangue in periferia. Dopo due sedute assiste, stupito, alla scomparsa della sintomatologia anche se rimane l’indurimento, senza dolore, sul tendine flessore del 3° dito, Dupuytren.

Appendice
Lu 4, Xia Bai

Xia (R. 1838): mettere la sua forza al servizio del diritto e della giustizia , difensore del debole e dell’oppresso.
Bai (R.3757) : bianco , innocente, gratuito.

Dal nome non si deduce molto se non che è in relazione al polmone (bianco) e che mette la sua forza (Qi) al servizio di altri che sono deboli e per questo si potrebbe pensare al Qi di Cuore.
Il Qi di cuore viene da almeno 3 meccanismi:
1.Il Jing di Cuore per azione della Yuan Qi inviata tramite lo Shu del dorso, BL 15, produce il Qi di Cuore
2.Polmone. Il polmone è maestro del Qi , governa tutti i Qi del corpo e in particolare il Qi di cuore a cui è legato per la formazione della Zong Qi.
3.Sangue di fegato, dicono i testi sacri (non mi ricordo adesso il testo specifico) , produce il Qi di Cuore. Il sangue del fegato viene prodotto dai liquidi Ye chiari che salgono lungo la branca mediale della vescica (per azione del San Jiao Inferiore) e penetrano nel fegato attraverso il punto Shu del dorso, BL 18.
Quando vi è un deficit della distribuzione del sangue verso la periferia con freddo ai 4 arti e , nelle donne, amenorrea sappiamo che la “non distribuzione del sangue” in periferia da parte del cuore potrebbe essere secondaria ad un vuoto di Qi di polmone e il punto specifico che attiva il Qi di polmone ad “aiutare” il Qi di cuore è Lu 4, Xia Bai.
Segni clinici citati da vari autori classici:

Epistassi, tristezza, debolezza del cuore, palpitazioni, dispnea, tosse, dolore faccia interna del braccio. Auteroche parla de ” il polmone è responsabile della propulsione del sangue del cuore attraverso la Zong Qi, Lu 4 potrebbe intervenire a questo livello”.

Dito scatto

L. M. maschio di 52 anni

 

Motivo della consultazione

 

Dito a scatto (tre dita)  e dolore alle articolazioni delle mani bilateralmente

 

Particolari del sintomo

 

La sintomatologia dolorosa è iniziata 4 mesi fa apparentemente senza motivo.

La difficoltà a trovare una causa della malattia indica che il paziente ha rimosso il problema o la causa per cui cercare nella sua memoria è una impresa difficile. Spesso quando il paziente non riesce a trovare la causa della sua malattia già depone per una sua negazione e indica l’interessamento di un meridiano distinto.

Diagnosi

Deficit di JingXue di fegato in periferia , alle astremità.

Meridiano distinto di Vescica Biliare.

Terapia

·         CV 2, GB 1,

·         Lr 1 , GB 44 sx

·         GB 23

Decorso clinico

Miglioramento della sintomatologia dolorosa e lo scatto delle articolazioni falangee interessate già dopo la prima seduta. Guarigione clinica dopo 6 sedute a cadenza settimanale.

Altri tre casi trattati con lo stesso metodo hanno dato risultati analoghi.

Discussione

I tendini (Jin) e quindi il  movimento articolare dipendono dal Jing del fegato, anzi i tendini e i muscoli nella loro funzione motoria “sono” Jing di fegato.

In tutte le tendinopatie bisogna andare alla ricerca delle cause della turba del Jing di fegato per poter attuare una terapia efficace.

Vi sono alcune possibilità terapeutiche da valutare con attenzione con dei sintomi associati che sono patognomonici[1].  

(Il  problema è stato già discusso in un post precedente ma lo ripeto brevemente per i distratti)

Cause di vuoto di Jing di fegato:

1.      Il Jing non viene nutrito dal Jing acquisito degli alimenti di sapore acido. Sintomo clinico: onicofagia. Terapia CV 10 che attiva la funzione di trasporto della Milza del Jing degli alimenti acidi verso il fegato.

2.      Il Jing di Fegato è in vuoto. Sintomo clinico: tendinopatia   per eccesso di lavoro o a causa dell’età ad esempio un tunnel carpale insorto  con la menopausa. Terapia: BL 47 che nutre il fegato attraverso il Jing che viene dal Mare del midollo.

3.      Il sangue non rientra nel fegato dai meridiani tendino-muscolari Yin delle gambe. Sintomo clinico: gambe senza riposo, insonnia. Terapia: CV 2 che attiva il rientro del sangue verso il fegato.

4.      Vuoto di sangue di fegato per difetto del Chong Mai mare dei 5 organi e dei 6 visceri. Sintomo clinico: sogni premonitori, premonizioni. Terapia Ki 21, punto del Chong Mai in relazione con il fegato.

 

Nel caso del dito a scatto ma anche nel morbo di Dupuytren e comunque problemi tendinei o mobilità alle estremità il problema è da ricercare in un difetto di trasporto del Jingxue verso la periferia a nutrire i tendini e i muscoli. In meccanismo energetico che attiva il trasporto del Jing o Xue verso le estremità è il meridiano distinto di GB.

Il trattamento del distinto avviene attraverso i punti di riunione dell’alto, GB1; il punto di riunione del basso, CV 2: i punti Jing distali dei meridiani accoppiati all’opposto (come suggerisce il cap. 63 del So Wen) ma se la malattia è bilaterale si trattano i punti Jing distali a dx nella femmina e a sx nel maschio.

Nei problemi agli orifici della testa si aggiungono i punti finestra del cielo specifici.

Per il dito a scatto abbiamo aggiunto il punto GB 23 che oltre ad essere il punto Mu della vescica biliare ha nel nome  il termine Jin, tendine.

 

 

Appendice di fisiologia

 

Meridiano distinto di GB[2]

 

Il meridiano distinto (Jing Bie) di Vescica Biliare inizia nella articolazione dell’anca al punto GB 30. Si muove poi verso l’alto e anteriormente verso il punto St 30. Secondo il Ling Shu cap. 11 arriva poi  all’osso pubico al punto CV 2 e CV 3 (Mu di Vescica). Quindi entra in contatto con il Chong Mai e il meridiano del Fegato. Sale poi verso le “costole fluttuanti” ai punti Lr 13 (Mu della Milza) e GB 25 (Mu del Rene) . Entra nella vescica biliare, GB 23, GB 24 (Mu dellaGB) e nel fegato, Lr 14 ( Mu di Fegato).

Da qui sale per arrivare al cuore, CV 14 ( Mu del cuore) , CV 15, e dal cuore alla gola ai punti St 12, St 10  e passa a St 9 e sale a St5 per salire a GB 1.

Mentre meridiano di BL-Ki è in relazione con il Dai Mai il distinto di GB-Lr è in elzione con il Chong Mai.

Il collegamento del meridiano distinto di  GB con i punti Mu di alcuni organi e visceri implica che:

·         Trasporta il sangue verso i muscoli e i tendini

·         Trasporta anche il Jing verso le articolazioni

·         Apre gli orifizi superiori ( orecchie, occhi)

Secondo la S.I.d.A. si tratta di un trasporto per la nutrizione dei tendini e delle articolazioni ma, nelle aggressioni da parte di energie perverse, utilizzano lo stesso Jing o Xue per bloccare il fattore patogeno.

 

Dante De Berardinis




[1] Esperienze della S.I.d.A.

[2] J. Yuen : Lezioni sui meridiani tendino-muscolari e i meridiani distinti. A cura del Dr. E. Simongini e L. Bultrini

Ed. A.M.S.A. Roma 1998

….Dante De Berardinis: “Il dolore secondo la Scuola Italiana di Agopuntura.” Ed. Id’O Seminario Mosciano 2007